Trasformazione Separazione Giudiziale in Consensuale e Divorzio Giudiziale in Congiunto

[Voti: 10    Media Voto: 5/5]

La procedura che caratterizza la separazione o il divorzio giudiziale è lunga e travagliata.

Fortunatamente i tempi tra la separazione ed il divorzio sono stati notevolmente ridotti dalla Legge sul “divorzio breve” n. 55/2015, tuttavia, una giudiziale, può durare anche più di quattro o cinque anni.

Le fasi di una separazione giudiziale (o divorzio) sono quella introduttiva in cui si attende la fissazione dell’udienza presidenziale, successivamente alla suddetta udienza vengono emessi i provvedimenti provvisori ed urgenti a seguito dei quali inizierà il vero e proprio processo con il deposito degli scritti integrativi, l’ammissione e l’assunzione dei mezzi di prova (fase solitamente più lunga e dispendiosa) per poi giungere alla fase conclusiva e all’attesa della sentenza.

Durante una giudiziale può capitare che vengano aperti anche altri sub procedimenti in ragione dei litigi senza fine dei coniugi. Per questo motivo e anche per l’acredine che caratterizza una separazione non consensuale con figli, spesso i coniugi si esasperano e chiedono ai loro difensori una modifica del procedimento, ossia una trasformazione, della separazione o del divorzio, da giudiziale a congiunta.

Questo è possibile ma la modalità cambia in base alla fase processuale, quando si giunge ad un accordo nel corso dell’udienza presidenziale basterà semplicemente informare il Giudice e verbalizzare le condizioni consensuali che i coniugi hanno stabilito ed attendere l’omologa da parte del Tribunale. Se invece l’accordo si raggiunge nelle more del processo i difensori dovranno depositare una memoria congiunta ed il Giudice istruttore fisserà un’udienza di comparizione personale dei coniugi, in alternativa i difensori potrebbero depositare le medesime conclusioni consensuali. Se la separazione diventa consensuale il termine per divorziare sarà di sei mesi dalla data di omologa della separazione.

Silvia Vannini
Avvocato Matrimonialista a Roma

Chiedi una Consulenza

Chiedi una Consulenza

...Fortunatamente i tempi tra la separazione ed il divorzio sono stati notevolmente ridotti dalla Legge sul “divorzio breve” n. 55/2015...

Divorzio Consensuale dopo Separazione Giudiziale

Secondo la Legge n. 55/2015, nella procedura di separazione giudiziale, le separazioni devono essersi protratte ininterrottamente da almeno dodici mesi dall’avvenuta comparizione dei coniugi innanzi al Presidente del tribunale, solo allora potrà essere incardinato il divorzio giudiziale o congiunto. Nulla osta al depositare un divorzio congiunto se la separazione è stata giudiziale.

Avvocato Matrimonialista Roma

320.21.06.232

Contattami per fissare un appuntamento a Studio

Sono a Roma

Via Carlo Alberto Racchia, 2 scala B int. 17 - 00195 Roma

Scrivimi direttamente

Usa questo link per comporre una nuova email dal tuo client

Avvocato Matrimonialista Roma

320.21.06.232

Contattami per fissare un appuntamento a Studio

Sono a Roma

Via Carlo Alberto Racchia, 2 scala B int. 17 - 00195 Roma

Scrivimi direttamente

Usa questo link per comporre una nuova email dal tuo client

© Avvocato Silvia Vannini P. IVA 12381541007 | Privacy e Cookie Policy